studio preziosi
1930

articoli blog

Lesioni dopo l'operazione: assolti tre medici avellinesi

 

Il processo era nato in seguito alla denuncia di una donna. Il giudice, condividendo quanto sostenuto dalla difesa, ha assolto tutti gli imputati perché "il fatto non sussiste".

di Andrea Fantucchio / 10 gennaio 2018


Avellino

Assolti perché il fatto non sussiste. La decisione del giudice Sonia Matarazzo per i tre medici, tutti di Avellino, accusati di lesioni personali. Si tratta di C.M., V.L. e R.P.

L'inchiesta dalla quale poi è scaturito il processo era nata in seguito alla denuncia di una paziente. I fatti risalgono al 2012. La donna aveva denunciato di aver subito dei danni durante un intervento per il quale non aveva dato il consenso informato. Nello specifico: durante un'operazione chirurgica per carcinoma endometriale i medici avevano poi asportato una neoformazione cistica. Le contestazioni si riferivano a quest'ultimo intervento.

Accuse sempre smentite dalla difesa e oggi ribadite in aula dal penalista Olindo Paolo Preziosi. Ha ribadito come il consenso sottoscritto dalla donna fosse esteso anche al secondo intervento e ha chiarito come i medici abbiano seguito il protocollo previsto dal caso specifico. Ha poi smentito le accuse di negligenza e imperizia. Il giudice, condividendo quanto sostenuto dalla difesa, ha deciso per l'assoluzione.

Olindo Paolo Preziosi