studio preziosi
1930

articoli blog

Irpinia, 75enne investito e ucciso: l'indagato torna libero

 

Il gip non ha convalidato l'arresto per il 55enne indagato per la morte di Ugo Censullo. Il 55enne era stato arresto per l'investimento e il successivo decesso del 75enne di Santa Paolina. Oggi il gip non ha convalidato l'arresto.

di Andrea Fantucchio / 13 luglio 2018


Santa Paolina

Il gip non ha convalidato l'arresto per il 55enne di Santa Paolina accusato di aver investito e ucciso Ugo Censullo. Il 75enne ritrovato cadavere ieri mattinasull'asfalto di via Tuori, strada secondaria di Santa Paolina. Dove l'anziano, ex dipendente comunale, abitava.

La ricostruzione degli investigatori

Secondo la ricostruzione degli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Luigi Iglio, l'indagato avrebbe investito con un Suv l'anziano ex dipendente comunale. Per poi fuggire via e andare a lavoro. Dove è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri. E' scattato anche il sequestro per il veicolo con il quale l'indagato avrebbe investito la vittima.

La linea difensiva dell'indagato

L'uomo, difeso dall'avvocato Olindo Paolo Preziosi, questo pomeriggio è comparso dinanzi al gip, Paolo Cassano. Il magistrato, dopo aver ascoltato la tesi della difesa, ha rigettato la richiesta di applicazione degli arresti domiciliari avanzata dal pm e non ha convalidato la misura cautelare.

Per il gip «Pur sussistendo a carico dell'indagato gravi indizi di colpevolezza dei reati in contestazione, difettano le esigenze cautelari ritenute dal pubblico ministero». Il magistrato si è espresso anche sulla fuga ritenendola «conseguenza evidente di uno stato di smarrimento e di paura che ha pervaso l'indagato dopo la constatazione della gravità dell'accaduto. Nulla lascia intendere che, rimesso in libertà, possa reiterare analoghe condotte o rendersi responsabile di gravi reati dello stesso tipo».

Proprio la difesa aveva insistito sulla fuga dopo l'investimento affermando che era frutto di uno stato di forte concitazione e paura. Tesi che ha convinto il magistrato a non convalidare l'arresto.

L'esito dell'autopsia

Intanto l'autopsia, condotta nel pomeriggio dal medico legale Elena Picciocchi, ha rivelato che le fratture riportate dalla vittima e un'emorragia interna sono riconducibili a danni causati da un investimento. Ora la salma è stata liberata. E i familiari del 75enne, che hanno scelto di essere rappresentati dall'avvocato Gaetano Aufiero, potranno disporre il funerale.

paolo altieri AA